Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

NEW DELHI - Almeno 116 persone sono morte per una violenta tempesta tropicale che si è abbattuta nella notte nell'est dell'India e nel nord del Bangladesh, secondo un nuovo bilancio delle autorità locali dei due Paesi. Centomila le abitazioni distrutte. Nel solo Stato del Bihar in India si contano 72 vittime, 38 nello Stato del Bengala.
"La tempesta ha distrutto al suo passaggio tutto quello che ha trovato - ha detto Srikumar Mukherjee, ministro della Difesa civile del governo del Bihar - circa 50mila le abitazioni che sono state spazzate via".
Il bilancio è ancora provvisorio, perché molte zone colpite sono isolate, mancano infatti i collegamenti telefonici e la corrente elettrica. I forti venti, che hanno raggiunto una velocità di 125 chilometri orari, hanno anche bloccato strade e ferrovie.
Nel confinante Bangladesh, secondo un responsabile locale le vittime sono due, tra cui un poliziotto, mentre una decina sono i feriti.
"Sono undicimila le case demolite - ha detto B.M. Enamul Haq amministratore del distretto di Rangpur (nord) - è stata una tempesta di grandi proporzioni. Stiamo cercando di valutarne i danni".
Stando ad alcuni esperti meteorologi, questo tipo di tempeste si registrano solitamente nella stagione estiva e sono inconsuete in questo periodo dell'anno in cui però si sono verificate alte temperature.
"E' stata la peggiore tempesta della mia vita - ha dichiarato Mohammad Ibrahim, abitante del villaggio di Hematabad - Dio mi ha salvato ma si è preso tutto".

SDA-ATS