Navigation

Irene fa crescere la paura

Questo contenuto è stato pubblicato il 25 agosto 2011 - 16:13
(Keystone-ATS)

Dopo aver spazzato con piogge torrenziali e venti fino a 190 km all'ora Portorico e la Repubblica Dominicana, l'uragano Irene ha colpito anche le Bahamas e minaccia sempre più da vicino la costa orientale degli Stati Uniti, la cui popolazione è stata esortata a tenersi pronta dalla protezione civile Usa.

Intanto il centro nazionale per gli uragani con base a Miami (NHC) ha lanciato l'allarme: in giornata la tempesta potrebbe salire alla categoria quattro delle cinque previste sulla scala Saffir-Simpson, rafforzandosi ancora.

Il sindaco di New York Michael Bloomberg ha sollecitato i newyorkesi a prepararsi per l'arrivo dell'uragano Irene, e ha affermato che si riserva di decidere, se necessario, su un'eventuale evacuazione.

La città, ha detto si sta "preparando al peggio", allestendo rifugi e testando i generatori di corrente di ospedali e delle maggiori agenzie di pronto intervento. I newyorkesi, ha detto il sindaco, devono dal canto loro tenere pronta una borsa con medicinali, acqua e generi di prima necessita.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?