Navigation

Irlanda: Rehn, concentrarsi su ristrutturazione banche

Questo contenuto è stato pubblicato il 17 novembre 2010 - 16:32
(Keystone-ATS)

BRUXELLES - "Bisogna fare in fretta": questo l'appello del commissario Ue agli Affari economici e monetari, Olli Rehn, che ha confermato i lavori in corso con l'Fmi, la Bce e le autorità di Dublino per mettere a punto un piano di sostegno alle banche. E per il guardiano di conti pubblici europei "il principale focus sarà la ristrutturazione del sistema bancario".
"Sono le banche ad essere in una situazione di bail-out", ha detto Rehn, rispondendo alla domanda su chi avrebbe stavolta pagato il conto, quando per la Grecia furono i contribuenti, mentre nel caso Irlanda il debito nasce dal settore finanziario. Rehn ha inoltre sottolineato che "la ristrutturazione delle banche irlandesi dovrà essere fatta in maniera affidabile e sostenibile".
Dello stesso avviso il ministro delle finanze belga, Didier Reynders, presidente di turno dell'Ecofin, che ha ricordato anche che, "due anni fa, per una serie di Stati ci sono state ristrutturazioni delle banche e ridimensionamenti delle attivita"'.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.