Navigation

Italia: rifiuti, Napoli; Ue avverte Italia, rischio multa

Questo contenuto è stato pubblicato il 28 giugno 2011 - 16:40
(Keystone-ATS)

"Quello che è accaduto di recente dimostra che le autorità italiane non hanno ancora fatto quanto necessario per trovare una soluzione adeguata e definitiva al problema". Lo ha detto il commissario Ue all'ambiente Janez Potocnik, annunciando per i rifiuti in Campania il rischio di incorrere in una nuova procedura d'infrazione che potrà portare a "sanzioni pecuniarie".

Secondo il commissario europeo, "i miglioramenti reali si devono ancora vedere e vanno confermati da parte dei cittadini". "L'assenza di questi miglioramenti lascia alla Commissione poca scelta, se non quella di proseguire attivamente con la procedura d'infrazione", ha aggiunto Potocnik chiedendo un intervento in tempi rapidi. "A meno che la situazione non cambi per tempo, questo potrebbe portare - ha proseguito - a sanzioni pecuniarie all'Italia da parte della Corte europea di giustizia".

Il commissario ha concluso lanciando di nuovo un appello alle autorità italiane "a tutti i livelli" perché prendano in mano la questione, in "modo che il denaro dei contribuenti serva a migliorare la situazione sul terreno piuttosto che a pagare le multe".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.