Navigation

Italia: treno carico di scorie raggiunge Francia, proteste

Questo contenuto è stato pubblicato il 24 luglio 2012 - 08:48
(Keystone-ATS)

Ha raggiunto il confine con la Francia il treno carico di scorie nucleari che, partito da Saluggia (Vercelli), ha attraversato questa notte la Valle di Susa. I No Tav avevano annunciato l'intenzione di ostacolare il passaggio del convoglio, ma una vasta e articolata operazione delle forze dell'ordine ha vanificato il tentativo. Circa duecento persone sono state identificate dalle forze dell'ordine e per qualcuna di loro scatteranno le denunce.

Gli oppositori alla nuova trasversale ferroviaria hanno comunque centrato l'obiettivo di richiamare l'attenzione su uno dei temi cari all'ambientalismo. I "treni nucleari" sono i convogli carichi di scorie che, periodicamente, partono da Saluggia (Vercelli) per raggiungere Le Hague, nel Nord-Est della Francia, dove vengono riprocessati. Gli oppositori ritengono che il transito dei treni sia pericoloso e che le autorità non informino adeguatamente la popolazione dei rischi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?