Navigation

Kenya: attentati Nairobi; Kenya, al Shabaab estraneo

Questo contenuto è stato pubblicato il 26 ottobre 2011 - 18:06
(Keystone-ATS)

Il doppio attentato messo a segno nei giorni scorsi a Nairobi non sarebbe stato ordinato dai miliziani islamici Shabaab. Lo ha detto ai media locali un portavoce del governo kenyano secondo il quale le bombe fatte esplodere in un bar di Nairobi domenica notte e ad una fermata degli autobus lunedì, sarebbero state posizionate da "due giovani ispirati da Al-Shabaab, ma non sotto la regia dei miliaziani", ha detto il portavoce.

Intanto questa mattina l'uomo arrestato ieri dalla polizia kenyana e trovato in possesso di bombe e armi da fuoco, in tribunale si è dichiarato colpevole del duplice attentato. Elgiva Bwire Oliacha, 28 anni, avrebbe ammesso di far parte del gruppo miliziano somalo di Al Shabaab, secondo quanto riferito da Fox News. L'attentatore, inoltre, sarebbe originario di una tribù del Kenya e non somalo, come inizialmente ipotizzato. La polizia è ora sulle tracce del secondo complice.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?