Navigation

Libia: Cnt chiede ad Algeria consegna famiglia Gheddafi

Questo contenuto è stato pubblicato il 20 ottobre 2011 - 18:08
(Keystone-ATS)

Il premier del Cnt Mahmud Jibril ha chiesto all'Algeria la consegna dei familiari di Gheddafi. Si tratta di otto persone, tra i quali la moglie, la figlia Aisha, con la bimba partorita proprio in Algeria, i figli Hannibal e Mohammad con le mogli, oltre ad alcuni nipoti che si erano rifugiati nel vicino paese quest'estate.

Nel frattempo, il segretario generale dell'Onu, Ban Ki-Moon, ha dichiarato che per la Libia si tratta di una "transizione storica". Ora bisogna fermare i combattimenti, ha aggiunto commentando la morte di Muammar Gheddafi.

Nessun commento invece da parte dei diplomatici libici all'Onu sulla notizia della morte di Gheddafi: "Tutti i funzionari sono impegnati in meeting straordinari".

"Informazioni più precise saranno diffuse nel corso della giornata", si sono limitate ad affermare fonti della missione di Tripoli al Palazzo di Vetro interpellate dall'agenzia di stampa Ansa. Una fonte vicina agli ambienti diplomatici libici ha però affermato che il corpo dell'ex rais si trova in un ospedale di Misurata.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?