Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La delegazione libica inviata oggi da Gheddafi al Cairo non sarà autorizzata a partecipare alla riunione straordinaria dei ministri degli esteri arabi convocata per domani dalla Lega Araba per esaminare la richiesta dell'Occidente di ottenere un ok per istituire la zona di esclusione aerea sulla Libia, con un conseguente intervento militare.

Ne ha dato notizia l'ambasciatore Hisham Yussef, assistente del segretario generale della Lega, Amr Mussa.

La decisione è la conseguenza di quella adottata in una riunione d'urgenza del 22 febbraio, che ha sospeso la partecipazione della Libia alle attività della Lega Araba.

A proposito dell'eventuale decisione a favore o contro la possibilità di una no-fly zone Yussef ha affermato di non poter prevedere quale sarà la decisione finale. Amr Mussa nei giorni scorsi aveva auspicato che si aprisse un dialogo tra il leader libico ed il popolo. Tuttavia il ministro degli esteri francese, Alain Juppé, che lo aveva incontrato al Cairo, ha dichiarato a vari organi di stampa che Mussa si sarebbe detto favorevole alla creazione della zona di esclusione aerea sulla Libia.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS