Navigation

Maldive: nozze in hotel per sposi svizzeri, ma erano insulti

Questo contenuto è stato pubblicato il 28 ottobre 2010 - 17:17
(Keystone-ATS)

Berna - Una cerimonia in hotel per onorare una coppia di sposi svizzeri in viaggio di nozze era in realtà una valanga di insulti pronunciati nella incomprensibile lingua locale. È accaduto alle Maldive e il finto omaggio è stato smascherato in un video diffuso su youtube con tanto di sottotitoli che traducevano le offese a sfondo religioso e sessuale rivolte alla coppia in Dhivehi, la lingua maldiviana. La direzione del Vilu Reef hotel si è scusata con gli inconsapevoli coniugi.
Il video mostra la donna in abito bianco e con in mano un bouquet di fiori e marito sorridente mentre i protagonisti della messa in scena li apostrofano chiamandoli "maiali" e "infedeli". Al termine della cerimonia, durata 15 minuti, gli sposi si scambiano gli anelli e lo staff applaude. Poi il gruppo si sposta in spiaggia e pianta un albero di cocco nella sabbia. Il ministro degli Esteri dell'arcipelago Ahmed Shaheed, ha espresso "orrore" e ha ordinato l'apertura di una inchiesta sull'accaduto. Simili cerimonie rientrano tra i servizi offerti dal Vilu Reef hotel e ampiamente pubblicizzati sul sito web. Le cerimonie sono una sorta di matrimonio-bis per sposi in luna di miele che vogliono rivivere il momento idilliaco dell'unione. Chissà se i malcapitati sposini svizzeri sono stati gli unici a diventare inconsapevolmente il bersaglio dei burloni dello staff dell'hotel.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.