Navigation

MO: Naqba, allerta elevata a Gerusalemme e in Cisgiordania

Questo contenuto è stato pubblicato il 13 maggio 2011 - 09:22
(Keystone-ATS)

Lo stato di allerta è stato elevato oggi a Gerusalemme est e in Cisgiordania nell'imminenza del 'Naqba Day', il giorno in cui i palestinesi ricordano il "disastro" della costituzione dello stato di Israele, 63 anni fa.

L'anniversario sarà celebrato domenica, ma i servizi di sicurezza israeliani temono egualmente che disordini possano verificarsi già oggi, al termine delle preghiere nelle moschee.

Per ragioni prudenziali, migliaia di agenti sono stati dislocati in mattinata a Gerusalemme est, e in particolare in prossimità della Spianata delle Moschee, dove potranno accedere solo fedeli musulmani di età superiore ai 45 anni e in possesso di carte di identità israeliane. Per le donne non sono previste limitazioni.

Israele ha rafforzato in maniera significativa la dislocazione di forze anche nei posti di blocco agli accessi di Gerusalemme, e in tutta la Cisgiordania.

Fonti militari israeliane rilevano che negli ultimi giorni su internet si moltiplicano gli appelli alla popolazione palestinese affinché scenda in massa nelle strade e dia vita a una serie di manifestazioni di protesta, da oggi fino a domenica. Al tempo stesso le fonti ritengono che i servizi di sicurezza dell'Anp dovrebbero circoscrivere le proteste e impedire che i dimostranti escano dalle zone autonome e raggiungano postazioni militari o colonie israeliane.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.