Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

MILANO - Nuove polemiche sulla mostra di Maurizio Cattelan, che dovrebbe aprire i battenti il 24 settembre al Palazzo Reale di Milano: i manifesti dell'esposizione, che raffigurano Adolf Hitler genuflesso e con le mani giunte, sono stati bloccati dall'amministrazione comunale prima che finissero sulle strade.
Come anticipato da alcuni quotidiani il primo a sollevare perplessità alla idea di vedere la città tappezzata con icone del Fuhrer è stato l'assessore all'Arredo, Maurizio Cadeo, responsabile del settore pubblicità. I suoi dubbi sono stati subito condivisi dal direttore generale Antonio Acerbo che ha fermato le affissioni.
La retrospettiva che Milano vuole dedicate a Cattelan, quotato artista contemporaneo noto per le sue provocazioni, ha già scatenato una lunga scia di imbarazzi a Palazzo Marino. La scorsa estate lo stesso sindaco Letizia Moratti si trovò costretta a risolvere il caso dell'enorme dito medio da esporre in Piazza Affari, e convincere dell'operazione la recalcitrante Borsa italiana.
Ora i manifesti con Hitler sono destinati a riaccendere le polemiche anche perchè il Comune aveva promesso che i proventi della mostra sarebbero stati utilizzati per finanziare il Memoriale della Shoah alla Stazione Centrale.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS