Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Zurigo - L'associazione Impiegati Svizzeri, che normalmente presenta le sue rivendicazioni salariali verso la fine di giugno, rinuncia per il momento a fare richieste generalizzate. Vista che la ripresa è ancora fragile nell'industria non vuole suscitare false speranze tra i lavoratori, precisa oggi in una nota.
Invece, nelle imprese che dispongono di mezzi finanziari, i collaboratori dovrebbero essere premiati in busta paga per i sacrifici fatti durante il periodo di crisi. L'associazione che contra 25'000 membri, analizzerà adesso la situazione con le commissioni aziendali per poi avanzare le rivendicazioni. Una richiesta generale sarà presentata solo in seguito.
L'anno scorso Impiegati Svizzeri non aveva avanzato richieste di aumenti salariali presso le imprese colpite dalla crisi ma questo con la premessa che salvaguardassero posti di lavoro.

SDA-ATS