Navigation

Pakistan: Asia Bibi; Francia, urge agire al livello europeo

Questo contenuto è stato pubblicato il 19 novembre 2010 - 16:42
(Keystone-ATS)

PARIGI - La Francia intende parlare ai partner europei del destino di Asia Bibi, la cristiana di 45 anni condannata a morte per blasfemia in Pakistan, e fare in modo che la sua esecuzione "non sia applicata". Lo ha detto a Parigi il portavoce del ministero degli Esteri francese, Bernard Valero. "Parleremo con i nostri partner europei per vedere il modo più efficace affinchè la pena non sia applicata", ha spiegato il portavoce.
Il governo italiano ha già lanciato un forte appello a favore della donna. In particolare, il ministro degli Esteri, Franco Frattini, si è recato la scorsa settimana in Pakistan per affrontare il caso direttamente con le autorità locali.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?