Navigation

PLR per maggiore lotta contro violenza giovanile e cibercriminalità

Questo contenuto è stato pubblicato il 21 maggio 2011 - 15:40
(Keystone-ATS)

Il Partito liberale radicale (PLR) vuole rafforzare la lotta contro la violenza giovanile e la cibercriminalità. Riuniti oggi a Berna, vari esponenti del PLR hanno elaborato una serie di misure. Tra queste un'applicazione più rapida delle pene contro i giovani delinquenti e la possibilità di arresti domiciliari.

La lista di provvedimenti comprende anche una responsabilizzazione dei genitori nonché corsi di integrazione e di lingua obbligatori per i giovani delinquenti stranieri.

Contro la criminalità via internet il PLR chiede una legislazione nazionale adattabile a tutti i cantoni, l'istituzione di centri di competenza cantonali collegati tra loro e corsi sui nuovi media.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?