Navigation

Portogallo: ministro, nessun contatto per aiuti Ue

Questo contenuto è stato pubblicato il 15 novembre 2010 - 20:37
(Keystone-ATS)

LISBONA - Il ministro delle finanze portoghese, Fernando Teixeira dos Santos, ha precisato questo pomeriggio che Lisbona non ha preso "alcun contatto" con Bruxelles in vista di un possibile aiuto finanziario europeo. Il Portogallo non ha preso, ha detto all'agenzia Lusa, "alcun contatto con le autorità di Bruxelles, né formale, né informale, in vista di un ricorso all'aiuto europeo".
Il paese, ha aggiunto, "si finanzia sui mercati, e prevede di continuare a finanziarsi sui mercati". Il ministro, che secondo il "Financial Times" questa mattina ha parlato di un "rischio elevato" per il Portogallo di dover fare ricorso all'aiuto internazionale per il "contagio" irlandese, ha precisato a Lusa che Lisbona si trova "in una posizione molto diversa" rispetto a Dublino. Teixeira ha sottolineato che "la crescita dell'economia portoghese quest'anno supera le aspettative iniziali".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.