Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La società elettrica grigionese Repower ha registrato nel 2010 un utile di 80 milioni di franchi, in calo del 28% rispetto all'anno precedente. Il fatturato dal canto suo è migliorato del 16% a 2,27 miliardi di franchi.

A livello operativo, il risultato è cresciuto del 19% a 163 milioni di franchi, annuncia il gruppo di Poschiavo (GR) oggi. Il consiglio d'amministrazione proporrà all'assemblea degli azionisti il versamento di un dividendo di 8 franchi per azione o buono di partecipazione, come l'anno scorso.

Per quanto riguarda il 2011, potrebbe essere un anno "difficile e molto impegnativo" per il settore e quindi anche per Repower, si legge oggi in una nota. L'andamento dei prezzi è "difficilmente valutabile" anche alla luce degli attuali sviluppi nel settore nucleare, prosegue la nota. Il gruppo prevede quindi di "chiudere il 2011 a un livello decisamente più basso rispetto al 2010, sia in termini di Ebit che di utile", ha affermato Kurt Bobst, CEO di Repower, citato nella nota.

Molto attiva in Italia e Europa dell'est, Repower occupa circa 680 persone in Svizzera, di cui la maggior parte nei Grigioni. Nelle sue centrali, situate nei Grigioni, Italia e Germania, Repower produce ogni anno circa 2.200 milioni di kWh di elettricità.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS