Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Schlatter è tornata nelle cifre nere: la società attiva nelle tecniche di saldatura ha chiuso l'esercizio 2010 con un utile netto di 200mila franchi, di fronte a una perdita di 17 milioni registrata l'anno precedente.

Come già annunciato a fine gennaio, le vendite sono state di 119,7 milioni di franchi, in calo del 5,5% rispetto al 2009, anno in cui il fatturato si era praticamente dimezzato.

Torna in positivo anche il risultato operativo (EBIT), passato da una perdita di 18,9 milioni nel 2009 a +400mila franchi lo scorso anno. Forte espansione anche per gli ordini in portafoglio, cresciuti del 28,5% a 109,7 milioni.

Circa l'esercizio 2011, il gruppo zurighese punta su una ripresa dei mercati: secondo Schaltter per molte società esiste un importante bisogno di recuperare i ritardi causati dalla riduzione degli investimenti effettuata negli ultimi due anni. I mercati più interessanti sono in Asia (principalmente Cina e India) e in Sudamerica.

Per continuare a rafforzare la stabilità finanziaria del gruppo, il Cda propone all'assemblea degli azionisti di rinunciare al versamento di un dividendo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS