Navigation

Siria, 2 uccisi da fuoco soldati Israele

Questo contenuto è stato pubblicato il 05 giugno 2011 - 11:32
(Keystone-ATS)

Le forze israeliane hanno ucciso oggi due dimostranti vicino a un reticolato sulle alture occupate del Golan, al confine con la Siria. Lo ha reso noto la televisione di Stato siriana. Altri cinque attivisti sono rimasti feriti, secondo l'emittente.

I giovani dimostranti sono stati colpiti mentre scavalcavano il filo spinato per entrare nel Golan, in occasione della Giornata della "Naqsa", ossia nel 44/mo anniversario della sconfitta degli eserciti arabi nella guerra dei sei giorni del 1967.

In occasione della ricorrenza odierna, l'esercito israeliano ha elevato lo stato di allerta lungo le frontiere per far fronte a manifestazioni di protesta. L'obiettivo è di impedire quanto avvenuto il 15 maggio scorso quando in occasione della "Naqba" - il "disastro", agli occhi dei palestinesi, della costituzione dello Stato di Israele nel 1948 - dimostranti provenienti dalla Siria riuscirono a sopraffare le pattuglie di confine e ad entrare nel Golan occupato.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.