Navigation

Strauss-Kahn: tabloid, cameriera abitò condominio malati aids

Questo contenuto è stato pubblicato il 18 maggio 2011 - 15:38
(Keystone-ATS)

La cameriera che ha accusato Dominique Strauss-Kahn di averla violentata nell'hotel Sofitel di New York, fino a gennaio abitava in un condominio affittato esclusivamente a sieropositivi e malati di Aids: è quanto afferma il tabloid New York Post, secondo il quale l'ormai ex capo del Fmi "potrebbe avere motivi di preoccupazione maggiori della possibile condanna al carcere".

La donna, 32 anni, di origine guineana, secondo il sito del tabloid, viveva con la figlia 15.enne in un condominio del Bronx affittato dalla Harlem Community Aids United, organizzazione che assiste comunitariamente malati di Aids/Hiv, esclusivamente alle persone affette e alle loro famiglie.

Il giornale afferma quindi di non essere in grado di sapere "se la cameriera sia affetta da Aids/Hiv a causa delle leggi sulla privacy".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.