Navigation

Svizzera-ONU: accordo quadro su sostegno a commercio paesi poveri

Questo contenuto è stato pubblicato il 10 maggio 2011 - 12:55
(Keystone-ATS)

Svizzera e Onu hanno parafato oggi un accordo quadro che prevede il sostegno ai paesi più poveri nei loro sforzi d'integrazione al commercio mondiale. L'intesa è stata raggiunta in margine alla conferenza delle Nazioni Unite sui paesi meno avanzati (PMA), in corso a Istanbul.

È stato il rappresentante elvetico presso l'Organizzazione mondiale del commercio (OMC), Luzius Wasescha, ha parafare l'accordo per la Svizzera. A suo avviso "questo contributo mirato faciliterà l'integrazione al commercio mondiale" dei PMA e "rafforzerà il sistema commerciale multilaterale in quanto strumento di lotta alla povertà", indica una nota odierna della Segreteria di Stato dell'economia (Seco).

Il partenariato sarà inizialmente applicato in Laos. Un progetto, messo a punto con partner locali, verrà finanziato dalla Seco nella misura di 4 milioni di euro fra il 2011 e il 2014. Esso intende migliorare la qualità dei prodotti agricoli esotici - dal riso alla frutta - e quella di prodotti artigianali - come la seta - nel rispetto del diritto del lavoro e dell'ambiente.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?