Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

WASHINGTON - Aafia Siddiqui, una neuroscienziata pachistana di 38 anni conosciuta come 'Lady al-Qaida', è stata condannata oggi a New York a 86 anni di carcere per aver cercato di attaccare militari americani mentre era detenuta in Afghanistan.
Nata a Karachi, in Pakistan, e formatasi negli Stati Uniti, la scienziata era tornata in Pakistan nel 2002 con i suoi tre figli e dal 2004 l'Fbi l'aveva inserita nella lista dei sette terroristi più ricercati. Era stata arrestata dalla polizia afghana nel 2008. Tra i sospetti nei suoi confronti, quello di voler mettere a segno un attentato a New York.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS