Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Sono ancora in piazza i tunisini nella capitale: alcune migliaia di persone continuano a manifestare contro il governo di transizione che giudicano troppo legato al vecchio regime.

Il cuore della contestazione è davanti alla sede del governo dove resistono i dimostranti mentre lungo la centrale Avenue Bourghiba, nei giorni scorsi principale teatro delle manifestazioni, è più evidente la voglia di ritorno alla normalità sebbene per tutta la mattinata ci siano stati cortei spontanei. Numerosi anche gli studenti oggi nel centro di Tunisi.

C'è intanto attesa per l'annuncio di un rimpasto di governo: fonti vicine all'esecutivo confermano che sono ancora in corso trattative. Si parla del ricambio di alcuni ministri ma non è ancora chiaro quali siano i dicasteri interessati. Si esclude tuttavia che i ministri dell'opposizione lascino l'esecutivo.

Sono pronti a scendere in piazza anche i sostenitori del governo, - una 'maggioranza silenziosà come è già stata definita - che sostiene il processo di transizione per arrivare alle elezioni. Già ieri l'appello a scendere in piazza è circolato su Facebook.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS