Navigation

Tunisia: processo a clan Ben Ali per tentativo fuga in massa

Questo contenuto è stato pubblicato il 26 luglio 2011 - 16:23
(Keystone-ATS)

Il processo a 23 appartenenti al clan familiare dell'ex presidente Ben Ali si è aperto stamane a Tunisi. Devono rispondere, unitamente all'ex dittatore e alla moglie, Leila, da tempo rifugiatisi in Arabia Saudita, del tentativo di "fuga in massa" dello scorso 14 gennaio, sventato all'aeroporto di Tunisi-Cartagine, trasportando illegalmente grandi quantità di denaro, anche in divisa straniera, carte di credito straniere e alcuni chilogrammi di gioielli.

Questo odierno è il quarto processo al quale Ben Ali viene sottoposto nel giro di poche settimane. Nei due andati a sentenza, è stato condannato complessivamente a 50 anni di reclusione. E per il 28 luglio è previsto un procedimento in cui l'ex dittatore, con una delle figlie e il marito di quest'ultima, deve rispondere di alcune frodi nel settore immobiliare.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo