Navigation

Turchia: attentato Istanbul; Ntv, PKK nega responsabilità

Questo contenuto è stato pubblicato il 01 novembre 2010 - 15:53
(Keystone-ATS)

ANKARA - Il Partito dei Lavoratori del Kurdistan (PKK) ha negato oggi di avere alcuna responsabilità nell'attentato compiuto ieri mattina da un kamikaze nella centrale piazza Taksim a Istanbul in cui sono rimaste ferite 32 persone, 17 poliziotti e 15 civili.
Lo ha riferito l'emittente privata turca Ntv sul proprio sito internet.
"Non è possibile per noi mettere in atto un simile gesto nel momento in cui il nostro movimento ha deciso di estendere una tregua", si legge in un comunicato diffuso dalla dirigenza del PKK. "Noi non siamo in alcun modo implicati in questo attentato", conclude il documento.
Proprio stamani il PKK - fuorilegge in Turchia - ha annunciato di aver esteso sino alle prossime elezioni politiche (giugno 2011) una tregua unilaterale proclamata lo scorso agosto e rinnovata prima sino a fine settembre e poi fino a ieri.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?