Navigation

Venezuela: petrolio, marea nera a Curacao

Questo contenuto è stato pubblicato il 29 agosto 2012 - 18:28
(Keystone-ATS)

Mentre si combatte ancora per controllare l'incendio della mega-raffineria di Amuay, costato la via ad oltre 40 persone, l'azienda statale petrolifera venezuelana Pdvsa è accusata ora di essere responsabile di una marea nera con ingenti danni nella riserva naturale di Curacao, isola olandese a circa 60 km al largo del Paese latinoamericano.

Secondo il gruppo ambientalista olandese Stichting Smoc, una quantità importante di petrolio sarebbe fuoriuscita dalle istallazioni della raffineria La Isla, gestita dalla Pdvsa in base a un accordo con le autorità locali, in quello che secondo un portavoce del gruppo, Peter van Leeuwen, "potrebbe essere il più grande disastro ecologico di Curacao".

"Tutta la zona di Jan Kok (riserva naturale nell'isola, NDR) è stata raggiunta: gli uccelli sono neri, i granchi sono neri, tutto è imbrattato dal greggio", ha detto van Leeuwen.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?