Navigation

Wikileaks: consigliere premier Canada, uccidete Assange

Questo contenuto è stato pubblicato il 01 dicembre 2010 - 16:53
(Keystone-ATS)

OTAWA - "Credo che Julian Assange debba essere assassinato". È questa l'affermazione choc con cui Tom Flanagan, consigliere del premier del Canada Stephen Harper, in un'intervista video alla popolare tv canadese Cbc - e pubblicata da Wikileaks sulla sua pagina twitter - commenta lo tsunami diplomatico messo in moto dalle rivelazioni del sito di Assange.
"Barack Obama dovrebbe assoldare un killer o forse usare un drone o qualcosa del genere" per ucciderlo, incalza Flanagan. Il conduttore allora, sorpreso e un po' diverito dalle affermazioni di Flanagan, lo avverte: "Quanto sta dicendo è particolarmente pesante". Secca la risposta di Flanagan: "Oggi mi sento particolarmente macho". Secondo il consigliere, che è anche docente all'università di Calgary, quanto rivelato da Wikileaks "è veramente roba che non dovrebbe essere pubblica, vi sono delle cose che veramente possono complicare le relazioni internazionali e eventualmente portare ad una guerra". Quindi, ribadisce: "non sarei per nulla infelice se Assange scomparisse".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.