Navigation

Yemen: tv ufficiale Sana'a, decapitata rete al-Qaida nell'est

Questo contenuto è stato pubblicato il 17 marzo 2011 - 16:21
(Keystone-ATS)

Il presunto capo di al-Qaida nella regione yemenita di Abyan è stato ucciso oggi da forze di sicurezza di Sana'a, secondo quanto riferito dalla tv panaraba al-Arabiya. Altre fonti di stampa affermano invece che il miliziano sarebbe stato soltanto arrestato.

Una fonte militare di Sana'a, rimasta anonima e citata dall'emittente panaraba, afferma che forze di sicurezza yemenite hanno ucciso "l'emiro di Abyan", regione sud-orientale, nota per essere covo di cellule di al-Qaida.

Altre fonti di stampa forniscono le generalità del presunto leader qedista, Khaled Baterfi, 36 anni, ma sostengono che egli sia stato soltanto arrestato assieme ad altri suoi compagni nei pressi della città meridionale di Tàiz.

Il regime di Abdallah Saleh, al potere da 32 anni, è alleato degli Usa nella cosiddetta guerra al terrorismo internazionale, ma dalla fine di gennaio è scosso da violente proteste anti-governative, innescate sulla scia delle mobilitazioni tunisina ed egiziana.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?