Navigation

ZH: importarono 530 chili cocaina, confermate pesanti pene prigione

Questo contenuto è stato pubblicato il 06 giugno 2011 - 18:57
(Keystone-ATS)

Il tribunale d'appello del canton Zurigo ha condannato oggi un lavoratore italiano e un uomo d'affari svizzero a rispettivamente dodici e otto anni di reclusione per aver contrabbandato dalla Colombia 530 chili di cocaina. I giudici hanno così confermato il giudizio di primo grado pronunciato dalla corte distrettuale di Bülach (ZH) nel settembre 2010.

Lo stupefacente veniva nascosto nel doppio fondo di scatole di banane: le forniture arrivavano via mare sino in Belgio, poi in camion fino a Embrach (ZH). Il traffico di droga era stato scoperto nel 2005, quando una impresa attiva nel compostaggio segnalò che tonnellate di banane perfettamente commestibili venivano inspiegabilmente mandate al macero.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.