Glencore è nel mirino delle autorità americane.

Il gigante delle materie prime con sede a Baar (ZG) ha ricevuto dal Dipartimento di giustizia (DoJ) l'ingiunzione di presentare documenti relativi alle sue attività in Nigeria, nella Repubblica democratica del Congo (RDC) e in Venezuela fra il 2007 e oggi.

Il DoJ vuole sincerarsi che la multinazionale rispetti le normative contro la corruzione e il riciclaggio, spiega Glencore in un breve comunicato odierno.

In maggio Bloomberg aveva parlato di una possibile prossima apertura di un'inchiesta dell'autorità anticorruzione britannica (Serious Fraud Office, SFO) sull'operato di Glencore in RDC. In relazione alla stessa vicenda alla fine dell'anno scorso la ong elvetica Public Eye ha presentato una denuncia penale presso il Ministero pubblico della Confederazione.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Contenuto esterno

Raggiungeteci su Instagram

Raggiungeteci su Instagram

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.