Il Politecnico federale di Losanna (EPFL) compie 50 anni: oggi sono cominciati i festeggiamenti, che culmineranno in vari appuntamenti nei prossimi mesi.

"Vogliamo essere una scuola svizzera giovane e allo stesso tempo altamente dinamica, innovativa e tecnologica, con un'influenza internazionale", ha affermato il presidente Martin Vetterli.

Gli inizi dell'EPFL risalgono all'iniziativa privata di undici studenti che, nel 1853, fondarono l'École spéciale de Lausanne. La scuola cambiò poi nome più volte, prima di diventare École Polytechnique de l'Université de Lausanne (EPUL). Nel 1969 l'EPUL venne separata dall'università cantonale: l'École polytechnique fédérale de Lausanne (EPFL), come dice il suo nome, passò sotto la gestione della Confederazione, alla stessa stregua del Politecnico federale di Zurigo.

Negli ultimi 50 anni l'EPFL si è fortemente sviluppato ed è aumentata la popolazione studentesca. Negli ultimi anni l'ateneo si è ampliato anche altrove nella Svizzera romanda, con la creazione di filiali a Ginevra, Friburgo, Neuchâtel e Vallese.

Il politecnico si descrive come l'università tecnica più cosmopolita d'Europa: i quasi 11'000 studenti, quasi 1500 professori e 2000 dipendenti provengono da più di 120 nazioni.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.