Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO - ABB potrebbe lanciarsi nel prossimo futuro in una serie di acquisizioni. Lo ha dichiarato stamane a Zurigo il CEO Joe Hogan in un incontro con la stampa, sottolineando che le liquidità a disposizione dell'azienda sono importanti: 5 miliardi di dollari.
Tuttavia, ha puntualizzato Hogan, ABB intende rimanere federale alla sua strategia di espansione prudente, evitando quindi acquisizioni in altri settori d'attività. "Non vedrete ABB rilevare un'impresa attiva nelle tecniche mediche o acquistare un laboratorio farmaceutico", ha detto il CEO della società elettrotecnica.
"Quando si dispone di un miliardo di dollari l'anno per espandersi - ha dichiarato - bisogna considerare ciò che si intende rilevare e se determinate operazioni abbiano un senso". Sì quindi a operazioni piccole e medie, "ma non posso escludere affari importanti". Il gruppo svizzero-svedese s'interessa inoltre da vicino ad attività di nicchia al fine di completare il suo ventaglio d'offerta tecnologica, ha aggiunto il manager americano.
ABB guarda ai mercati emergenti, in particolare la Cina. ABB vende prodotti richiesti nel campo delle energie rinnovabili, della produzione industriale e dell'efficienza energetica. "Nei paesi emergenti è molto forte la domanda di prodotti per infrastrutture di questo tipo", ha spiegato il CEO di ABB.
A fine 2009, il gruppo ha registrato un giro d'affari di 31,8 miliardi di dollari per un utile netto di 2,9 miliardi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS