Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Russia è disposta a un dialogo con i Talebani in Afghanistan: lo ha rivelato un inviato del governo di Mosca nel Paese asiatico, citato dall'agenzia russa Interfax.

Mentre Washington si prepara a ritirare 100 mila militari a partire da luglio, Mosca teme che un vuoto di potere in Afghanistan consenta agli integralisti islamici di infiltrarsi nei paesi produttori di petrolio e gas della vecchia Urss nell'Asia centrale. Il segretario di Stato Usa, Hillary Clinton, aveva annunciato a febbraio che gli Stati Uniti stanno cercando una via diplomatica per chiudere la guerra, e aveva sostenuto che che l'unica opzione dei talebani sia quella di rompere con Al Qaeda, accettare la costituzione, e trattare.

"Non abbiamo contatti diretti con i talebani - ha detto Zamir Kabulov, inviato russo in Afghanistan - Ma la Russia sostiene la riconciliazione nazionale in Afghanistan, che è di cruciale importanza". "Se ci sono persone fra i talebani pronte a questo passo - ha concluso -, e siamo sicuri che ce ne sono, noi saremo aperti al dialogo".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS