Navigation

Afghanistan: Russia pronta a dialogare con i talebani

Questo contenuto è stato pubblicato il 28 marzo 2011 - 20:57
(Keystone-ATS)

La Russia è disposta a un dialogo con i Talebani in Afghanistan: lo ha rivelato un inviato del governo di Mosca nel Paese asiatico, citato dall'agenzia russa Interfax.

Mentre Washington si prepara a ritirare 100 mila militari a partire da luglio, Mosca teme che un vuoto di potere in Afghanistan consenta agli integralisti islamici di infiltrarsi nei paesi produttori di petrolio e gas della vecchia Urss nell'Asia centrale. Il segretario di Stato Usa, Hillary Clinton, aveva annunciato a febbraio che gli Stati Uniti stanno cercando una via diplomatica per chiudere la guerra, e aveva sostenuto che che l'unica opzione dei talebani sia quella di rompere con Al Qaeda, accettare la costituzione, e trattare.

"Non abbiamo contatti diretti con i talebani - ha detto Zamir Kabulov, inviato russo in Afghanistan - Ma la Russia sostiene la riconciliazione nazionale in Afghanistan, che è di cruciale importanza". "Se ci sono persone fra i talebani pronte a questo passo - ha concluso -, e siamo sicuri che ce ne sono, noi saremo aperti al dialogo".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.