Navigation

Afghanistan: sei soldati Nato uccisi nel sud

Questo contenuto è stato pubblicato il 12 dicembre 2010 - 13:15
(Keystone-ATS)

KABUL - Sei militari della Nato sono rimasti uccisi in un attacco di ribelli nel sud dell'Afghanistan. Lo ha riferito l'Alleanza atlantica.
Le perdite sono state segnalate dalla Forza internazionale Isaf in un comunicato che non fornisce ulteriori dettagli. Si tratta comunque del bilancio più grave per un singolo scontro che ha coinvolto truppe straniere dopo che altri sei militari erano stati uccisi il 29 novembre scorso da un poliziotto di frontiera passato dalla parte dei Talebani.
L'episodio segnalato oggi, uno dei più sanguinosi per la Nato dall'inizio delle operazioni cominciate nel 2001, porta a 692 il numero di militari stranieri uccisi quest'anno in Afghanistan secondo una stima basata su dati del sito icasualties.org.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.