Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Grande festa oggi a Möriken-Wildegg, nel canton Argovia, per l'inaugurazione di una piazza dedicata all'attore Yul Brynner (1920-1985), il più illustre cittadino di questo comune situato a metà strada tra Aarau e Baden. Il famoso attore di Hollywood dalla testa pelata - protagonista di film premiati come il kolossal "I dieci comandamenti" (1956) - era figlio di un console svizzero in Russia e aveva conservato per tutta la vita il passaporto elvetico.

Fra gli invitati c'erano anche il figlio Rock Brynner, nato nel 1946 dal primo matrimonio con l'attrice Virginia Gilmore, e la seconda moglie Doris Kleiner. Il canton Argovia era rappresentato dal presidente del Gran Consiglio Thierry Burkart e dal Landamano (il presidente del governo cantonale) Roland Brogli.

Sulla piazza intitolata a Yul Brynner, che è stata interamente rifatta con una spesa di 1,4 milioni di franchi, sono state inserite 20 piastre in calcare conchilifero sulle quali sono stati incisi i titoli di altrettanti film interpretati dall'attore.

Yul, nato a Vladivostok, era figlio del console in Russia Boris Brynner - i cui antenati sono rintracciabili nel villaggio argoviese fino al lontano 1517 - e della cittadina russa Marusja Blagovidova, e aveva conservato la cittadinanza di Möriken-Wildegg. Dagli archivi del comune risulta che il suo cognome originale era Bryner e che nel 1965 il governo del canton Argovia autorizzò la modifica in Brynner.

Le cronache riferiscono inoltre di una visita che Yul Brynner fece nel 1967 al paese che diede i natali ai suoi avi. In quell'occasione, l'attore donò pure "un'ingente somma di denaro" che servì a finanziare una casa di vacanza in Vallese.

Yul Brynner è stato anche un appassionato fotografo che amava scattare istantanee sui set dei film in cui lavorava. Nella sala comunale di Möriken-Wildegg è stata allestita un'esposizione, curata dalla figlia Victoria, che ripropone per la prima volta in Svizzera le immagini del libro fotografico "Yul Brynner: A Photographic Journey". La mostra potrà essere visitata fino al 13 luglio.

SDA-ATS