Navigation

AIDS: le persone più anziane si proteggono meno

Questo contenuto è stato pubblicato il 07 febbraio 2011 - 17:01
(Keystone-ATS)

In Svizzera le persone di oltre 45 anni, soprattutto donne, si proteggono meno dall'aids rispetto alle giovani generazioni: in particolare usano molto meno il preservativo nelle situazioni in cui sarebbe indicato. Con l'età cala anche il tasso di persone sessualmente attive.

Da uno studio commissionato dall'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) e realizzato nel 2007 dall'ospedale universitario di Losanna (CHUV) su 18'760 persone risulta che la fascia di età fra i 17 e i 30 anni è quella che si protegge meglio: l'80% ricorre al condom perlomeno nella prima fase di una nuova relazione sentimentale. Questo tasso cala poi con il crescere dell'età, e in particolar modo fra le donne. Nella fascia 46-60 anni è del 60% fra gli uomini e del 50% fra le donne. Oltre i 65 anni scende al 46% fra gli uomini e al 21% fra le donne.

Stupisce meno che anche la proporzione di persone sessualmente attive cali un poco dopo una certa età. I più attivi sono nella classe da 31 ai 45 anni: il 94% ha affermato di aver avuto almeno un partner sessuale nei dodici mesi precedenti l'intervista. La proporzione è dell'85% nella fascia 17-30 anni. Una parte di loro (il 25% fra i maschi e il 17% fra le femmine) ha avuto però solo relazioni sessuali occasionali.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.