Navigation

Aiuti a montanari: nel 2010 500 programmi per 20 mio frs.

Questo contenuto è stato pubblicato il 29 marzo 2011 - 18:06
(Keystone-ATS)

L'Aiuto svizzero ai montanari (ASM) nel 2010 ha sostenuto 497 programmi per migliorare le condizioni di vita delle comunità alpine. Il tutto per un totale di 20 milioni di franchi. Il Ticino ha ricevuto 350'000 franchi per dodici progetti. Lo indica oggi la stessa fondazione.

Il canton Berna è la regione che ha fruito del maggior importo, 4,8 milioni, davanti a Grigioni (4,1), San Gallo (2,3), Uri (1,27) e Lucerna (1,25). In Romandia il sostegno più consistente, di 775'000 franchi, è andato al Vallese.

L'anno scorso, le donazioni all'ASM sono di nuovo cresciute, per raggiungere i 25 milioni di franchi (19,6 mio nel 2008 e 20,2 mio nel 2009). La somma distribuita e il numero di progetti aiutati sono invece diminuiti. Nel 2008 erano stati messi a disposizione 26 milioni di franchi per 538 programmi, l'anno seguente 21,6 milioni per 556 comunità.

Il presidente della fondazione, Franz Marty, osserva che sempre più abitanti delle città e della pianure considerano anche il "contributo essenziale della popolazione di montagna per la tutela del paesaggio della cultura".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.