Navigation

Aldi: salari 2011, aumenti del 2-3% in busta paga

Questo contenuto è stato pubblicato il 07 dicembre 2010 - 16:46
(Keystone-ATS)

BERNA - Nel giorno in cui Lidl annuncia la firma di un contratto collettivo di lavoro il concorrente diretto Aldi rende noti aumenti salariali per il 2011: il dettagliante tedesco in mani private aumenterà di circa il 3% le buste paga dei dipendenti con retribuzioni inferiori a 5000 franchi e del 2% quelle superiori a questa cifra. Per il personale in formazione i ritocchi saranno rispettivamente del 3,9% (primo anno) e 3,3% (secondo anno), comunica oggi l'azienda.
Dal 2011 il salario minimo - a seconda delle regioni - sarà compreso fra 3914 e 4565 franchi (100%, 13 mensilità). Dopo due anni nell'impresa le remunerazioni salgono a 4287-4938 franchi.
Aldi Svizzera fa inoltre notare che non impiega dipendenti con salario orario. Tutto il personale con tempi di lavoro parziali ha un contratto fra il 50 e l'80% e approfitta così delle buone condizioni sociali dell'impresa.
Interrogato dall'ATS riguardo a un possibile CCL il portavoce Sven Bradke ha detto che al momento il tema non è in discussione. Ma quanto fatto da Lidl sarà analizzato internamente.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.