Navigation

Algeria: tre cooperanti rapiti da al Qaida

Questo contenuto è stato pubblicato il 30 ottobre 2011 - 20:13
(Keystone-ATS)

Tre cooperanti - un'italiana e due spagnoli - rapiti lo scorso 23 ottobre sono vivi ed in mano ad al Qaida. Lo ha riferito oggi un mediatore. La cooperate italiana, Rossella Urru di 29 anni, lavorava da due anni nel campo profughi saharawi. Con lei sono stati sequestrati Ainhoa Fernandez de Rincon ed Enric Gonyalons.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?