Navigation

Arabia Saudita pronta ad estradare Ben Ali

Questo contenuto è stato pubblicato il 21 giugno 2011 - 18:26
(Keystone-ATS)

L'Arabia Saudita è pronta a consegnare alle autorità tunisine l'ex dittatore Ben Ali. È questo il senso delle dichiarazioni - di cui il sito tunisino business news pubblica degli stralci - rese dall'ambasciatore saudita ad Algeri al quotidiano algerino Al Fadjr, Sami Abdallah.

Zine El Abidine Ben Ali (con la moglie, Leila, e i due figli più piccoli) si trova i Arabia Saudita dal 14 gennaio, da quando è fuggito dalla Tunisia. L'ambasciatore saudita ha smentito le informazioni secondo cui il suo Paese si rifiuta di estradare Ben Ali. Il suo soggiorno, ha detto, è, secondo l'Arabia Saudita, "un semplice soggiorno di piacere", nell'ambito dell'accoglienza di "un cittadino arabo in un Paese fratello".

Il Regno, quindi, è pronto a "restituire" Ben Ali, "una volta che il nuovo regime lo chiedera".

L'ambasciatore ha detto ancora che il suo Paese "sostiene i diritti dei popoli e la loro volontà di stabilire la giustizia sociale, anche se questo significa che i loro dirigenti devono essere giudicati e comparire davanti alla giustizia".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.