Navigation

Assicurazione malattia: aumento premi 11% nel 2011 secondo bonus.ch

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 settembre 2010 - 09:07
(Keystone-ATS)

LOSANNA - I premi dell'assicurazione malattia di base aumenteranno l'anno prossimo in Svizzera di circa l'11%: lo sostiene il sito di confronti internet bonus.ch sulla base dei dati provvisori trasmessi dagli assicuratori. Sono previste fatture più salate in particolare per i giovani con franchigia elevata. Per il Ticino è atteso un balzo medio del 9,8% e analogo è anche il dato dei Grigioni (+10,0%).
L'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) ha invitato le compagnie a non pubblicare i loro premi provvisori, ricorda bonus.ch in un comunicato odierno. Alcuni però lo hanno fatto, con lo scopo di anticipare l'impatto delle molte domande di affiliazione da trattare.
Sulla base di queste informazioni - che dovrebbero riferirsi al 50% degli assicurati elvetici - bonus.ch ha effettuato i suoi calcoli, rilevando come l'aumento medio a livello nazionale sarà dell'11,0%. Si tratta di un dato ponderato, che tiene conto delle varie fasce di età e dei differenti livelli di franchigia, contrariamente alle cifre fornite dall'UFSP, che prevedono in genere unicamente una franchigia di 300 franchi e modello di assicurazione tradizionale: un calcolo che secondo bonus.ch non è quindi rappresentativo.
A livello regionale bonus.ch segnala forti aumenti in particolare nei cantoni di Uri (+15,3%), Nidvaldo (+14,4%), Vallese (+14,1%) e Berna (+13,3%). Neuchâtel (+7,5%) presenta la progressione più bassa. Come l'anno scorso, gli aumenti andrebbero a colpire soprattutto i giovani: nella fascia 19-25 anni è attesto un +13,6%, che sale a +15,6% per chi ha per esempio la franchigia a 1500 franchi. A piangere di più saranno però i giovani adulti bernesi con franchigia a 2500 franchi, che si vedranno recapitare fatture più elevate del 19,7%.
Stando a bonus.ch la mazzata 2010 andrà a colpire soprattutto le famiglie di basso reddito, con figli piccoli o già di una certa età ma i cui premi vengono ancora pagati dai genitori. La situazione è ulteriormente peggiorata dal fatto che a causa del blocco della pubblicazione dei premi provvisori gli assicurati non hanno la possibilità di valutare per tempo l'impatto dell'aumento dei premi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.