Navigation

Attentato a Baghdad, bilancio sale a circa 50 morti

Questo contenuto è stato pubblicato il 27 gennaio 2011 - 17:17
(Keystone-ATS)

È salito ad almeno 48 morti e oltre 120 feriti il bilancio dell'attentato compiuto oggi nel quartiere Shùla di Baghdad, hanno riferito fonti del ministero degli interni, mentre fonti di polizia parlano di 60 morti e 90 feriti.

Ancora non è chiaro se la strage sia stata opera di un kamikaze a piedi o se sia stata compiuta con un'autobomba innescata con un telecomando; ma in ogni caso si tratta di uno dei più gravi attentati messi a segno a Baghdad negli ultimi tempi, e fa seguito ad un'ondata di attacchi terroristici che nelle ultime due settimane avevano già causato la morte di oltre 120 persone in diverse zone del Paese.

Ad essere stata presa di mira oggi è stata una tenda dove una famiglia sciita riceveva parenti e conoscenti nel corso della veglia funebre per un'anziana donna morta per cause naturali. Dopo l'esplosione, per cui sono andati a fuoco anche due veicoli dell'esercito, nella zona sono scoppiati disordini tra militari e gruppi di uomini armati, secondo quanto hanno riferito dei testimoni.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?