Navigation

Australia: lotta contro tempo per aiuti a città inondate

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 gennaio 2011 - 16:30
(Keystone-ATS)

SYDNEY - In Australia si lotta contro il tempo per rifornire di alimentari e generi di prima necessità i centri rimasti isolati dalle inondazioni che hanno ricoperto gran parte del nord-est del Paese, in un'area grande quanto Francia e Germania messe insieme, e che hanno ucciso almeno tre persone da sabato e continueranno forse ancora per un mese.
Aerei ed elicotteri militari hanno cominciato a consegnare gli aiuti in zone inondate, fra cui la città di Rockhampton (77 mila abitanti) presso la foce del fiume Fitzroy, in Queensland, dove il livello delle acque ha raggiunto i 9,4 metri, mentre l'aeroporto regionale rimane chiuso. Oggi l'ultima strada di accesso è rimasta inondata, isolando completamente la città.
Il sindaco Brad Carter ha detto che il livello resterà al suo massimo per uno o due giorni e le acque impiegheranno molto tempo per ritirarsi. Dopo un vertice con i servizi di emergenza, il capo della polizia del Queensland Alistar Dawson ha avvertito che l'alluvione potrà continuare ancora per un mese.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.