Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

VIENNA - Soppiantate nel loro uso tradizionale dai cellulari, le cabine telefoniche in Austria cercano di riciclarsi: diventeranno punti di ricarica per veicoli elettrici.
L'operatore Telekom Austria ha presentato oggi la sua prima cabina a doppio uso ed ha annunciato che saranno 13.500 le cabine telefoniche che risorgeranno a nuova vita. Nel quadro di un progetto pilota, trenta cabine saranno equipaggiate con i caricatori entro la fine dell'anno con un costo tra i 1.500 e i 3.000 euro ad apparecchio.
Per la ricarica di un auto ci vorranno 6 ore e mezzo, 80 minuti per una moto e 20 minuti per una bici. Durante la fase pilota la ricarica sarà gratuita, ma quando bisognerà pagare - "meno di dieci euro" per un'auto - sarà naturalmente possibile pagare via telefono
Attualmente il settore è ancora agli inizi con meno di 4.000 vetture elettriche in circolazione (meno dell'0,1% del parco auto), ma secondo le stime del settore ci si attende che nel 2020 oltre 400.000 i veicoli elettrici o ibridi circoleranno sulle strade austriache.

SDA-ATS