La Banca cantonale di Lucerna (LUKB) ha conseguito l'anno scorso utili per 169,4 milioni di franchi, migliorando il risultato del 2009 del 2,2%. Il risultato lordo delle operazioni è leggermente diminuito (-0,8%) a 449,8 milioni, ha comunicato oggi la banca.

L'utile netto è aumentato del 6,2% a 149,4 milioni di franchi. La LUKB ha tuttavia rilevato che non è propriamente paragonabile a quello registrato l'anno precedente, poiché l'istituto ha ridotto di 5 milioni il suo versamento alle riserve per i rischi generali.

Nel dettaglio, il risultato da operazioni su interesse è cresciuto dell'1,5% a 319,9 milioni di franchi, mentre i proventi da operazioni in commissione sono diminuiti del 2,2% a 95 milioni. I ricavi da operazioni di negoziazione sono scesi del 9,9% a 27 milioni, a causa delle turbolenze sui mercati finanziari.

La riduzione dei costi di esercizio non è dovuta soltanto alla soppressione di una trentina di impieghi sui circa 1'000 dipendenti in organico nel 2010, ma anche alla diminuzione dei costi legati all'informatica.

Nell'anno in rassegna, i fondi in gestione della Banca cantonale lucernese si sono ridotti del 3,1% a 25,24 miliardi di franchi. I prestiti alla clientela, essenzialmente sotto forma di ipoteche, sono invece cresciuti del 7,4% a 20,68 miliardi.

Il consiglio di amministrazione della LUKB proporrà all'assemblea generale di premiare gli azionisti con un dividendo di 11 franchi per ogni titolo (non sottoposto a imposte). Per l'esercizio in corso, la banca si attende risultati simili a quelli del 2010.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.