Navigation

Banche: entro estate proposta Ue per gestione fallimenti

Questo contenuto è stato pubblicato il 06 gennaio 2011 - 17:57
(Keystone-ATS)

BRUXELLES - Entro la prossima estate la Commissione europea presenterà la sua proposta di un quadro legislativo per far fronte ai fallimenti bancari ed evitare che "i cittadini europei siano di nuovo costretti a pagarne i costi". A questo scopo oggi è cominciata una consultazione tra tutte le parti interessate che si dovrà concludere entro il 3 marzo.
"Anche se il nostro obiettivo è quello di una maggiore prevenzione dei rischi, in futuro le banche dovranno poter fallire senza fare danni al sistema finanziario nel suo insieme" ha dichiarato Michel Barnier, Commissario europeo per il mercato interno ed i servizi.
"È per questo - ha aggiunto Barnier - che dobbiamo mettere in piedi in Europa un quadro legislativo che ci assicuri di essere ben preparati ad affrontare in modo ordinato l'eventualità di fallimenti bancari senza che i contribuenti debbano di nuovo pagarne i costi".
"Un chiaro quadro legislativo per gestire le crisi bancarie transfrontaliere - ha concluso Barnier - è un complemento essenziale al nostro lavoro sulla riforma delle norme di sorveglianza sulle banche".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.