Navigation

Bellach (SO):neonato senza vita in centro compostaggio

Questo contenuto è stato pubblicato il 06 luglio 2011 - 16:58
(Keystone-ATS)

Il corpo senza vita di un neonato è stato trovato in un centro di compostaggio per rifiuti vegetali a Bellach, nel canton Soletta. La sua identità è tuttora sconosciuta alla polizia cantonale.

Stando ai primi accertamenti, la macabra scoperta è stata fatta venerdì scorso da un impiegato del centro, mentre separava il legname e i detriti provenienti dalla centrale idraulica di Flummenthal (SO), sull'Aare.

Gli inquirenti stanno tentando di stabilire come il corpicino sia giunto nelle acque del fiume, ha precisato all'ats un portavoce della polizia solettese. "Potrebbe essere stato sospinto dai flutti dell'Aare o da quelli dell'Emme, che sbocca a monte della centrale".

Le forze dell'ordine ignorano se il bebé sia nato morto o sia deceduto in seguito, si legge in una nota odierna. L'istituto medico-legale dell'Università di Berna sta indagando. La polizia ha lanciato un appello alla madre o a qualsiasi eventuale testimone. Si è rivolta pure ai medici o alle ostetriche qualora avessero constatato qualcosa di particolare negli scorsi giorni.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?