Navigation

Birmania: migliaia in fuga da ciclone

Questo contenuto è stato pubblicato il 24 ottobre 2010 - 11:36
(Keystone-ATS)

YANGON - Il ciclone Giri, che in questi giorni ha colpito la costa occidentale della Birmania, ha costretto migliaia di persone ad abbandonare le loro case.
Lo riferiscono alcuni residenti, mentre le autorità non ha finora fatto alcun annuncio ufficiali su danni o vittime. Un funzionario del ministero del welfare, che ha chiesto di restare anonimo, ha parlato di una ragazza uccisa dal crollo di un albero.
"Stiamo ancora valutando il numero di danni e vittime. Nel frattempo continuiamo ad inviare soccorsi via mare e via terra", ha detto il funzionario. Per i residenti della regione colpita dal ciclone Giri "i danni sono ingenti e quasi tutte le case di bambù e paglia sono state completamente distrutte".
Circa 4.000 persone hanno lasciato le loro case per cercare riparo nei monasteri buddhisti e in abitazioni private, ha raccontato l'imprenditore Ko Kyaw Khin secondo il quale "alcuni villaggi sono stati completamente travolti dall'acqua.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?