Navigation

Blackberry: Emirati Arabi non ne sospenderanno i servizi

Questo contenuto è stato pubblicato il 08 ottobre 2010 - 09:08
(Keystone-ATS)

DUBAI - Le autorità degli Emirati Arabi Uniti hanno annunciato che non sospenderanno i servizi del Blackberry nel paese a partire dall'11 ottobre, come annunciato in precedenza.
Gli Eau avevano minacciato in agosto di bloccare i servizi del popolare cellulare l'11 ottobre se non fosse stato trovato un accordo con i costruttori del Blackberry, i canadesi della Research in Motion (Rim), sull'accesso ai dati trasmessi dagli utenti tramite messaggeria istantanea, email e internet. Le autorità degli Emirati affermavano che l'impossibilità di controllare questi dati rappresentava una minaccia alla sicurezza nazionale.
Secondo la locale autorità delle telecomunicazioni, che diffuso un comunicato, "i servizi del Blackberry sono ormai conformi alle norme degli Eau", aggiungendo che la Rim "ha dato prova di cooperazione per giungere a questa soluzione".
Il Blackberry, che viene utilizzato da circa mezzo milione di persone negli Emirati, ha secondo gli esperti un livello di criptaggio dei dati difficile da aggirare. La Rim ha avuto problemi simili in India e in Arabia Saudita.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.