Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Dopo avere subito una perdita record di 21 miliardi di franchi nel 2010, la Banca nazionale svizzera (BNS) ha fatto ritorno in zona utili in gennaio. Lo scorso mese l'istituto di emissione ha registrato un utile contabile di 2,8 miliardi di franchi.

La BNS ha beneficiato della rivalutazione degli investimenti in divise estere, in particolare grazie alla ripresa dell'euro sul franco. Essi sono saliti a 209,84 miliardi di franchi, contro 203,67 a fine dicembre. Alla voce oro e crediti risultati da operazioni sul metallo prezioso figurano 41,74 miliardi, contro 43,98 a fine 2010.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS