Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

MILANO - Borse europee sui massimi da settembre 2008, sostenute dai risultati di Intel e JPMorgan Chase sopra le attese e che hanno rinnovato l'ottimismo di una ripresa economica.
L'indice Dj stoxx 600, che fotografa l'andamento dei principali mercati del Vecchio continente, ha chiuso con un rialzo poco sotto 1% (+0,7%), con Milano in evidenza (Ftse Mib +1,23%), seguita da Francoforte (+0,76%) e Parigi (+0,64%). mentre è affondata Atene (-1,4%) con il rischio di una bocciatura del rating sovrano greco di oltre il 50%.
A favorire i listini anche le vendite al dettaglio negli Stati Uniti, che a marzo sono aumentate dell'1,6% segnando il maggior rialzo da quattro mesi e superando la previsione degli analisti che si aspettavano un incremento dell'1,2 per cento.
In luce soprattutto le materie prime (sottoindice dj stoxx +1,87%) con Rio Tinto (+2,1%) e BHP Billiton (+1,9%). Corrono anche i tecnologici (+1,55%), con Infineon (+3%), Stm (+2,9%) e Cap Gemini (+5,9%). A Stoccolma vola Ericsson (+4,6%) che segna il maggior rialzo dal 31 marzo 2009. Credit Suisse ha alzato la raccomandazione a 'sovraperformato' da 'neutrale', sottolineando che le prospettive per le vendite stanno migliorando.
Tra i bancari (+1,16%) tra i migliori Allied Irish (+7,9%) con Goldman Sachs che ha alzato il giudizio a 'comprare' da 'neutrale'. Bene anche Ubs (+2,4%) con il Ceo Oswald Gruebel che ha indicato che l'istituto è tornato "sulla via della redditività".
Nella tabella l'andamento degli indici dei titoli guida delle principali piazze finanziarie europee:- Londra +0,60%- Parigi +0,64%- Francoforte +0,76%- Milano +1,23%- Madrid +0,37%- Amsterdam +0,63%- Stoccolma +0,50%- Zurigo +0,45%.

SDA-ATS